Esordio casalingo in serie A1 per il TCT

Tctlogo2014wsmallTrieste, 21/10/16
Domenica 17 ottobre sui campi dei vice-campioni d’Italia del Circolo Canottieri Aniene, il Tennis Club Triestino ha disputato nuovamente un incontro di serie A1 dopo lo storico scudetto del 1981 vinto schierando Paolo Bertolucci. L’impegno della rappresentativa del TCT proseguirà, alternando match in casa ed in trasferta, sino al 4 dicembre in un girone all’italiana di quattro squadre con incontri di andata e ritorno ed una successiva fase di play-off / play-out.

Domenica sui campi di Padriciano a partire dalle 10 sarà possibile vedere all’opera la formazione dello Sporting Selva Alta che schiererà Micheal Berrer, professionista che ha raggiunto il 42° posto della classifica mondiale ATP.

Il Tennis Club Triestino, come altri circoli tra cui lo stesso Aniene, disputerà il campionato con i giovani del proprio vivaio guidati dal capitano non giocatore Gabrio Azzopardo e dal Maestro del settore agonistico Davide Cannone che, in veste di giocatore è stato artefice delle tre promozioni in quattro anni ottenute dalla formazione triestina.

La scelta di inaugurare la linea verde segue le variazioni regolamentari inaugurate dalla Federazione Italiana Tennis negli scorsi mesi per i campionati a squadre, fra cui le restrizioni sui giocatori del vivaio e la necessità di almeno un campo coperto dotato di 150 posti a sedere. Condizioni che non consentiranno al circolo di Padriciano di prendere parte nei prossimi anni al massimo campionato del tennis.

Una scelta in linea con l’orientamento dato dalla direzione del circolo, rivolto alla diffusione ed allo sviluppo del tennis giovanile attraverso la propria struttura didattica che ha già portato al superamento del record di iscrizioni ai corsi 2016.

Nonostante il TCT veda in formazione i giocatori ATP Aljaz Bedene, best ranking 45 atp, ed il canadese Stevan Diez, best ranking 162, verrà dato quindi ampio spazio ai giovani e giovanissimi del vivaio del club: Matteo Zorzin, Francesco Piscopello, Michelangelo Flaborea, Francesco Olivo, Marco di Lenarda e Pietro Pampanin. A supportarli il diciannovenne padovano Luca Giacomini che sta ottenendo i primi risultati nel circuito professionistico.